25.8.11

More spinose.

Durante giorni tra i monti, ormai verso la fine di agosto, ho trascorso parte del mio tempo a raccogliere le more.
Vi invito a farlo perchè da ora fino a settembre è  il periodo della maturazione.
Anche questa attività risulta rilassante, scaccia i pensieri concentra lo sguardo e l'attenzione. 
E' una giusta occasione per poter fare delle lunghe passeggiate in luoghi lontani dalla confusione e dai rumori.
Unico difetto: si torna a casa con qualche graffio.


In varie tappe ho raccolto more a sufficienza per fare la marmellata che io adoro, mentre molte altre le ho conservate in surgelatore, semplicemente prima in un contenitore e poi, una volta congelate, in un sacchetto di plastica.
Queste ultime le userò questo inverno nei muffins, nelle torte e con le crepes. Deliziose. 
Per la marmellata ho usato un kg di more e 400g di zucchero con l'aggiunta di un limone spremuto. Erano molto dolci e succose, buonissime, non le ho setacciate perchè io amo i semini di cui sono ricche, ma se preferite potete eliminarli per avere una consistenza più morbida.


L'abbondanza che la natura con compassione tutte le volte ci dona, continua a stupirmi. Basta solo allungare in braccio e prendere...
Fatemi sapere se anche voi vi siete dati alla raccolta e produzione, come è andata?
Vi auguro una splendida giornata produttiva.

8 commenti:

  1. Siiii
    le ho raccolte pure io, una settimana fa!
    ed infatti erano ancora asprine, ma non ho saputo resistere alla tentazione di farci un dolce. presto sui miei schermi..
    un bacione

    RispondiElimina
  2. da mio zio, dove vive una capretta che si crede un cane,abbiamo atteso, tutti, le more di gelso,molto più amate in famiglia di quelle di rovo...inutilmente purtroppo...i colombi sono stati più veloci nel cogliere l'attimo..ma la tua marmellata forse può invogliarci,con guanti e abiti antimacchia, alla raccolta...ho paura solo a pensarla (traumi passati)

    RispondiElimina
  3. io aspetto ancora un poco di giorni; sull'Etna, in alto in alto dove siamo noi, stanno completando la maturazione.
    è un MUST di ogni anno la raccolta di more, da quando ero bambina, e la conseguente manifattura di marmellata. Non le ho quasi mai surgelate intere ma è una ottima idea, lo farò anche io quest'anno!
    Di solito produciamo 6-7 kili di marmellata, torniamo a casa pieni di spine ma felici! abbracci

    RispondiElimina
  4. Maria.
    Io 2 anni fa le ho piantate direttamente nel nostro orto! quest'anno sono riuscita a raccoglierne un bel po' e abbiamo fatto diversi barattoli di marmellata. Dato che il lavoro mi porta via molto troppo tempo, non riesco a fare la marmellata come ad esempio fa mia madre, facendola bollire tante ore e mettendo solo frutta, zucchero e limone, allora ho pensato di usare la Pectina, solo che nei supermercati quella che si trova è di una famosa marca e non so quanto può essere naturale, e non mi andava inoltre di mettere cose chimiche nelle mie belle more, alla fine ho trovato!!! al biologico ho trovato la Pectina completamente naturale così in un'ora ho fatto tutto :)

    RispondiElimina
  5. Mio padre le ha raccolte per me. Adora la mia marmellata! Io non uso limone, ma a fine cottura aggiungo un bicchierino di Brandy!
    Silvia

    RispondiElimina
  6. Per ora ho solo fatto della marmellata di prugne...ma quest'anno mi sono riproposta di andar per boschi a caccia di more e mirtilli. Hai proprio ragione, è un'attività rilassante che permette di staccare completamente da confusione della quotidianità
    Un abbraccio
    fra

    RispondiElimina
  7. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo trovi qui!

    RispondiElimina
  8. Mama, leggere i tuoi post, non so perchè, mi mette pace, voglia di vivere e un calore infinito.

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.