21.10.10

Una stagione: l'Autunno.

Cercando spunti per l'appuntamento che si ripete ogni giovedì Una stagione: l'Autunno guardo in tutte le direzioni  e semplicemente trovo una foglia vecchia, secca, avvizzita in mezzo a fili d'erba verde e fresca e mi chiedo:  quando anche io troverò molte più rughe sul mio viso, le amerò come inizio ad amare già quelle che si intravedono? 



Giungo alla conclusione che si, che già amo le prime, che saranno parte di me come ogni altro particolare, che non c'è assolutamente distinzione tra loro e me e proprio per questo sono preziose, come ogni capello bianco che già spunta. Non sono vecchia lo so, ma mi piace sentire gli anni che avanzano e mi sento fortunata. In questo mondo dove tutti cercano di fuggire il tempo io adoro  vedere i cambiamenti in me. 
Lo so che vado contro corrente ma sono così assurde tutte quelle donnine vestite come delle adolescenti, no, no preferisco una bella foglia secca, che ha il suo fascino unico e irripetibile.

18 commenti:

  1. Che belle parole! Sottoscrivo!

    RispondiElimina
  2. Le rughe raccontano di noi esattamente come le parole di un libro raccontano una storia. Io ho 42 anni e le rughe attorno agli occhi mi fanno sembrare più bella!!! Tirarle e stirarle mi farebbe sembrare un'altra e la storia sarebbe taroccata, non più mia!!!
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Io ne ho una, di rughe, verticale, piccola, proprio in mezzo agli occhi. E' una eredità della mia mamma che ne ha una identica.
    E' la mia croce e delizia, la odio e la amo a seconda dell'umore...a volte quando sono nera la minaccio di botulino!Poi ovviamente non lo faccio, non mi permetterei mai...
    Poi ci sono le altre, che si vedono più o meno, dipende dalla stanchezza.
    Ogni ruga, così come le cicatrici, fanno parte di noi, sono un capitolo della nostra storia. E le foglie secche sono meravigliose...
    Buon giovedi! Fede

    RispondiElimina
  4. :-), come è vero! E poi se si è circondati da erbetta verde! Ci sono anch'io, puntuale all'appuntamento ;-)!

    RispondiElimina
  5. eccoci qui anche noi al tuo appuntamento, tu foglia noi fragola, ma con simile destino...
    http://natixdelinquere.blogspot.com/2010/10/una-stagione-lautunno_21.html

    RispondiElimina
  6. hai pienamente ragione, io mi piaccio molto più adesso che non quando era giovincella :o)
    un abbraccio
    Annalisa

    RispondiElimina
  7. Ciao, bellissime le tue parole...ma anche la tua foto...e oggi la mia pagina sarà piena con l'autunno e la tua iniziativa!

    RispondiElimina
  8. anche io amo vedere gli effetti del tempo che passa sul mio viso e la neve che cade sui miei capelli, e non mi importa di chi mi dige tingili. sono fortunata posso vedere il tempo che passa, e voglio diventare vecchia e non di plastica, ricordo mia nonna ne amavo ogni ruga, e ogni ruga era il ricordo di ciò che aveva imparato negli anni

    RispondiElimina
  9. Non posso negare che la giovinezza sia una stagione bellissima nella vita di ogni persona ma, come ogni stagione ha i suoi frutti, anche la stagione della maturità ha i suoi aspetti positivi. Non solo rughe che, giorno dopo giorno, aumentano ma anche saggezza, sapienza, consapevolezza e anche fascino...
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  10. l'argento nei miei capelli è quello delle mie amate nonne. (ma fa più inverno che autunno.. ;-))

    eccoci:
    http://vogliounamelablu.blogspot.com/2010/10/una-stagione-lautunno.html

    RispondiElimina
  11. Daiiii ho fatto una foto similissima alla tua! bello l'autunno. Per quanto riguarda il post delle coccole... mi posso unire a voi?

    RispondiElimina
  12. Meraviglioso pensiero, bellissima filosofia... un modo attento di volersi bene.... <3 (devo dire che anch'io mi piaccio di più adesso... c'è voluto del tempo ed una nuova intensa consapevolezza... ma ora sto bene! ... spesso... ;-D )
    ps: ho trovato anch'io un altro piccolo spunto d'autunno.... baci

    RispondiElimina
  13. la sincerità è un valore assoluto.
    la ritrovo sempre nelle tue parole, così come nei volti veri e vissuti delle donne. grazie Ester!

    ecco la mia immagine d'autunno di oggi:
    http://noituttinsieme.blogspot.com/2010/10/una-stagione-lautunno.html

    RispondiElimina
  14. Le tue foto sono sempre bellissime....
    Ogni settimana è un piacere venire a scoprire il tuo autunno....
    Un abbraccio
    Claudia

    RispondiElimina
  15. Ottobre v. cardarelli

    Un tempo, era d’estate,
    era a quel fuoco, a quegli ardori,
    che si destava la mia fantasia.
    Inclino adesso all’autunno
    dal colore che inebria;
    amo la stanca stagione
    che ha già vendemmiato.
    Niente più mi somiglia,
    nulla più mi consola,
    di quest’aria che odora
    di mosto e di vino
    di questo vecchio sole ottobrino
    che splende nelle vigne saccheggiate.

    RispondiElimina
  16. Ho una rughetta verticale tra gli occhi, come quella di Federica. Compare soprattutto d'estate quando la bellezza del sole mi acceca.
    Ho due rughette verticali ai lati della bocca. Sono amiche del sorriso!
    Ecco.. questi segni del tempo sono miei compagni di vita. Se ci sono è perchè sono felice!
    Meravigliose le tue parole.. grazie!

    RispondiElimina
  17. E' sempre così bello leggerti!
    Anch'io sono del parere che le rughe sono come le cicatrici: vanno portate con orgoglio!
    E neanch'io ho paura del tempo che passa su di me.. quello che mi incute timore è vedere il tempo che passa sulle mie nonne o sui miei genitori, perchè è sinonimo di sempre meno tempo a nostra disposizione da trascorrere insieme..
    Comunque, è il ciclo della vita, no? L'alternarsi delle stagioni...
    Ti lascio con il mio autuno:
    http://un-posto-nel-cuore.blogspot.com/2010/10/una-stagione-lautunno_22.html

    RispondiElimina
  18. Concordo pienamente con quello che dici e aggiungo quello che dice mia nonna: è brutto anche il trucco che si insinua tra le rughe, meglio una bella lavata e una buona crema.

    Aggiungo il mio autunno:

    http://accidentaccio.blogspot.com/2010/10/una-stagione-autunno_21.html

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.