14.5.12

Già uno di noi

Il fatto è che non ricordo più com'era quando lui ancora non era tra noi, o nemmeno nei nostri pensieri. E'  sempre stato parte della famiglia, anche durante la sua assenza. Ma poi mi chiedo se fosse veramente assente o forse non stesse girando sopra le nostre teste, sussurrando alle nostre orecchie, apparendo nei nostri sogni. 


Qualche volta ha lo sguardo serio di quello che sa già tutto e mi intimidisce.

Ci rende la vita facile, 
grazie grazie amore mio. 

Ha già instaurato una relazione vera e unica con i suoi fratelli, li riconosce, gioca con loro, li segue con gli occhi e le orecchie. E loro girano in tondo intorno a lui. Passando lo baciano, lo accarezzano e se c'è bisogno lo intrattengono. E lui sta a tutto, non si lascia sfuggire niente, non perde un attimo, non dimentica di regalare un sorriso ogni volta. 


Lui si sveglia e ride, come hanno diritto di fare tutti i bambini. Vivere sorridendo alla vita, in realtà è anche il nostro stesso sacrosanto diritto, ma sappiamo che a volte è difficile riuscirci.
Lui dorme ovunque e in qualsiasi circostanza, con rumore intorno o silenzio pesante. 


Mangia succhiando il  capezzolo, sbirciandomi con gli occhi o chiudendoli in attesa del sonno. E ancora sta nella culla di vimini preziosa, per poco ormai, che le manine sono vicine ai bordi. Sono certa che a volte canta, ripetendo lo stesso tono e vocale, a lungo. 


Forse imita me, che con la bocca a forma di "O" intono sempre la stessa nenia, senza parole ma solo di note mentre i suoi occhi mi fissano in silenzio assorti e interrogativi.


19 commenti:

  1. sai, questo è proprio amore...

    RispondiElimina
  2. è meraviglioso: lui, voi, quello che scrivi. un abbraccio

    RispondiElimina
  3. sei unica.


    ps: ma quella ciabatta con tanto di tacco sexyssima? tu sì che sei donna fino in fondo!

    RispondiElimina
  4. Quella che descrivi è la magia dei n.3! E vedrai con il crescere l'amore che riuscirà a manifestare ai fratelli,quella gioia di vivere che lo farà sorridere sempre,persino quando cadrà non farà beh,si alzerà e rimonterà a correre.Che bel regalo i fratelli e le sorelle ... buona vita! Erica

    RispondiElimina
  5. che bello questo post...come tutti d'altronde!

    RispondiElimina
  6. Stupendo...Mi hai veramente emozionata con questo post...:-)

    RispondiElimina
  7. Vivere sorridendo alla vita: mi associo. E anche godendosi delle gran nanne, direi. E' una meraviglia, approfittane finché è così delizioso!!!

    RispondiElimina
  8. che magia, io ho la fortuna di stare ancora a casa con camilla che andrà a scuola a due anni e anch'io mi riprometto ogni giorno di rallentare e ascoltare un pò di più, a volte riesce a volte no ma continuo a provarci perchè sono momenti unici che non tornano... e che voglia di riprovare e ricominciare d'accapo... tre figli! che bravi che siete!

    RispondiElimina
  9. i piedini di Edoardo e le gambe lunghe di Daphne, gli occhi tondi e scuri di Ethan ed Edoardo... era un po' che non passavo di qua e mi assaporo gli ultimi post con gran piacere.
    Ester, mi sciolgo ogni volta che entro in casa vostra...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  10. sei e siete meravigliosi!!
    arymammadidalia :)

    RispondiElimina
  11. "Ma poi mi chiedo se fosse veramente assente o forse non stesse girando sopra le nostre teste, sussurrando alle nostre orecchie, apparendo nei nostri sogni. "
    che bella frase... il tuo bimbo è un'amore! e voi 5 dolcissimi...

    RispondiElimina
  12. Che belle le tue parole, è proprio vero, i nuovi arrivati sembrano aver fatto parte della nostra vita da sempre!

    RispondiElimina
  13. e' veramente bellissimo, come voi

    RispondiElimina
  14. costruire questa atmosfera è un lavoro quotidiano di piccoli grandi gesti e tanto amore...
    siete stupendi!

    RispondiElimina
  15. Cara Ester, ultimamente commento poco, perchè il tempo è poco... e mettiamoci anche il fatto che la mia connessione internet fa i capricci!
    Però ti seguo, vi seguo... e con queste immagini piene di dolcezza, con le tue parole sussurrate con amore ti penso... vi penso..

    RispondiElimina
  16. Aspetto con ansia di provare le tue stesse gioie. Sai anche io sento che questa bimba è già con noi, non riesco a pensare più alla nostra famiglia senza di lei, non vediamo l'ora di conoscerla di persona e poter dire le stesse cose che tu hai scritto "non ricordo più com'era quando lui ancora non era tra noi"...è vero!

    Heidi

    RispondiElimina
  17. Anch'io la penso come te, non riesco a ricordare un momento in cui le mie due Shukorine non c'erano, o meglio ci sono sempre state per me. E quando sono nate non sono rimasta sorpresa a vederle, le ho riconosciute, erano loro.

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.