27.6.11

Pelle di frutta.

Non saprei come chiamarla, la traduco letteralmente: pelle di frutta, fruit leather, non vedevo l'ora di provarla e scrivervi del risultato.
La ricetta l'avevo vista sia sul sito di Ella che su These Days in French Life. 


E' adattissima per i periodi di grande abbondanza di frutta, che se hai un albero in giardino arriva un momento in cui la frutta matura tutta insieme e allora si usa conservarla in tanti modi. 
Oppure quando nel pieno dell'estate costa meno e si sceglie di comprarne a cassette.
Io ho usato le pesche. Ne avevo un pò e dovevano essere consumate subito, ma si possono utilizzare tutti i tipi di frutta.



4 pesche
zucchero a piacere

Lavare, sbucciare (se volete), togliere il  nocciolo, tagliare e cuocere le pesche per 10 min, io ho aggiunto qualche cucchiaio di acqua. Frullarle e renderle poltiglia.


Assaggiare e scegliere se aggiungere zucchero o meno. Io ne ho messo circa un cucchiaio.
Usare una teglia con i bordi. Ungerla o mettere un foglio di carta da forno e stendere il composto con spessore 3-4 mm, se resistete a non mangiarlo a cucchiaiate. 
Se c'è  molto sole, caldo, coprite bene la teglia con una garza per evitare che polvere o altro si depositi sopra e farla seccare al sole per 3-4 giorni, mettendola in casa la sera.


Altrimenti accendere il forno alla temperatura minima e farla cuocere per 5-6 ore.
Io ho usato entrambe i metodi, iniziando con il sole e continuando con il forno, dato che il secondo giorno qui c'erano dei gran nuvoloni grigi. L'unico problema che ho riscontrato e che potete vedere dalla foto, è che il forno aveva una temperatura minima troppo alta e ha un pò bruciato i bordi.

E' un concentrato di vitamine, si conserva in frigo per mesi e in congelatore anche più a lungo.
Questa è stata una prova che mi ha soddisfatto, ne farò altra a breve con altre quantità controllando prima le previsioni del tempo, sicuramente.
Buon inizio di settimana a tutti voi!  

7 commenti:

  1. Wow sei un vulcano di idee. Una super super ( anzi 3 volte) mamma! ;-)

    RispondiElimina
  2. Belle idee davvero! Grazie di condividerle con noi =)

    RispondiElimina
  3. ma che bella questa la provo sicuramente!!!:))

    RispondiElimina
  4. questa sì che è un'idea geniale..chissà con le mie fragole....felice pomeriggio

    RispondiElimina
  5. leggendo il tuo post mi viene una domanda... èil risultato è croccante o si può manipolare? nel secondo caso mi è venuta qualche ideuzza...

    RispondiElimina
  6. ciao zzoe

    il risultato è esattamente della consistenza della pelle, quella delle giacche, si può manipolare, rimane leggermente appiccicoso, però....

    RispondiElimina
  7. terry Rio vermelho22 aprile 2015 18:38

    sei una luce in fondo al tunnel...non spegnerti...neppure per poco!

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.