5.4.11

Sequenze.

Son giorni difficili, il sole splende fuori, tutto rinasce e anche io faccio parte di questo tutto, ma a volte i cambiamenti passano attraverso strettoie che sembra ti stritolino. Assolutamente c'è la luce in fondo. Sono certa di questo e voglio rassicurarvi tutti, ma negare che per arrivare agli obiettivi che ci siamo posti a volte necessita soffrire per effettuare quel cambiamento in noi da ritrovare poi anche nell'ambiente circostante, beh, sarebbe mentire a noi stessi. E qui non voglio mentire, ma sono certa che ogni cosa ha un senso e prende il suo posto al momento giusto.






Quindi, con il sole che riverbera sui muri di casa mia che sembra estate, oggi vi lascio qualche momento dei giorni scorsi, momenti che sono stati preziosi come le gemme più rare, felici nell'essenza più profonda. E li dedico interamente alla mia famiglia e in particolare ai miei due figli, protagonisti inconsapevoli di infinita generosità d'amore, senza uguali.
Vi auguro una giornata splendida, piena di gioia e allegria.

17 commenti:

  1. Grazie Ester. Coraggio, qualsiasi cosa sia questo cambiamento.
    Noi domenica siamo andati all'ultimo spettacolo di Bofé, l'unico adatto ad entrambi i miei bimbi, e ci è piaciuto molto: http://www.bolognafestival.it/babybofe-prog.asp Per i tuoi bimbi che amano così tanto la musica può essere proprio adatto!

    RispondiElimina
  2. I figli...che bella invenzione! Nemmeno immagini quante volte osservo Samuele, tacitamente, per imparare da lui, per apprendere il piu' possibile dal suo modo di fare d'infante, per immagazzinare i suoi modi di reagire alle cose, per poi riutilizzarli quando lui crescerà e io non avro' piu' un simil maestro al mio fianco...buona giornata Ester

    RispondiElimina
  3. Ciccia! qualsiasi sia il tuo cambiamneto è così che deve andare no? vedrai tutto ha un suo perchè! immagini di una famiglia felice come le tue sono rare da vedere. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. oggi mi sento così anche io...riesci sempre ad esprimere bene a parole i tuoi sentimenti..che dono prezioso..per te e per noi :)
    le foto..che momenti meravigliosi..i figli sono miracoli in carne ed ossa
    bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  5. Quello che hai scritto emana stanchezza e un po' di tristezza ma mi fanno bene le tue parole. Coraggio!
    Silvia

    RispondiElimina
  6. Semplicemente, un grande abbraccio...

    RispondiElimina
  7. grazie. vivo csmbiando ma a volte è faticoso, soprattutto con bimbi piccoli. è bello vedere i tuoi bimbi grandi.... a presto, silvietta

    RispondiElimina
  8. penso di capire bene cosa intendi!grazie per i tuoi incoraggiamenti anche nei momenti un pò difficili...in noi sono presenti tutte le risposte!nmrk

    RispondiElimina
  9. è vero, il cambiamento a volte stritola. mi specchio un po' nelle tue parole, stasera. eppure penso anche che il bruco, per diventare farfalla, stretto dentro ad un bozzolo, attraversa la strettoia del cambiamento senza timore. e voglio fare come lui.

    so che sarà così anche per te. me lo dicono le tue parole a fine post. e le tue foto.

    bacio

    RispondiElimina
  10. grazie ragazze, sento il vostro sostegno, mi rendo conto che leggendo il post si intraveda una vena di tristezza, in realtà è stanchezza, ma sicuramente ha tutto un aspetto positivo, a volte è proprio grazie a grandi sofferenze che si vince nella vita, e lo dico con forza e coraggio, con ottimismo e gioia di vivere!!!!
    un abbraccio a tutte!

    RispondiElimina
  11. dai ester, coraggio, passerà... tu hai le risorse giuste per superare anche questo momento difficile. Se hai bisogno sono qui!

    RispondiElimina
  12. ma che belle giornate avete passato, teatro, gelato, pranzo al cinese, e come tu stessa hai detto al momento giusto tutto sarà a posto

    RispondiElimina
  13. Finalmente riesco a scriverti...ti ho trovata in giro e il nome del tuo blog mi ha destato entusiasmo...anch'io sono buddista...e mi vorrei anch'io parlarne nel mio blog...mi hai ispirato!
    vieni a trovarmi!!
    http://stoffaffero.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. Mmh... quando il tempo e la natura danno il massimo di sè, ti senti quasi stonata nel non riuscire a star loro dietro, fuori tema ad accusare la fatica e la paura del nuovo quando il nuovo splende in ogni giovane fogliolina appena nata sui rami degli alberi non più spogli... la primavera è una stagione faticosa, come lo è ogni rinascita. ma ne vale la pena, no?

    RispondiElimina
  15. sarà retorica spicciola ma credo che sia profondamente vero il fatto che per riconoscere il bene, i momenti felici, la gente vera devi ,ogni tanto...constatare l'esistenza di altro ...
    la tristezza,momenti di depressione,rabbia o delusione fanno parte ahime! della nostra vita bastarebbe dargli il "giusto" peso ...e pure qui, caxxarola!non è smeplice
    un caro abbraccio

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.