5.10.10

Silenzio di castagne.

Ieri a Bologna era festa, io a casa di riposo mi sono goduta questo tempo come fosse una domenica in famiglia. La sera prima una cena a casa, con ospiti con cui mi sono rilassata davvero, sentendomi in vacanza. E' così che mi voglio sentire, come ho scritto nell'ultimo post, voglio vivere la mia vita sul momento senza sentirmi spostata verso il prossimo turno, il prossimo impegno, la prossima fatica da affrontare. Pare che funzioni. Lo sappiamo tutti che tutto dipende dal nostro stato vitale, che tutto parte da lì. 


Ieri invece, con un cielo variabile e previsioni di pioggia, abbiamo raggiunto un'amica per raccogliere le castagne vicino a Bologna. Una zona stupenda, non c'era niente, tanto verde e poi il bosco, un orto enorme pieno di prodotti biologici che ho già assaggiato e continuerò a mangiare, comprando la verdura di stagione, qualche bambino intorno per fare comunella, un pranzo al sacco improvvisato con pane, formaggio, marmellata e qualche mela, un mezzo pomeriggio perfetto.  


A parte l'acqua, a dirotto, che ci ha colto proprio appena iniziato a raccogliere le castagne, dopo pranzo.


Ormai eravamo lì, qualcosa abbiamo preso, non sono riuscita a fare neanche una foto alla distesa di ricci sotto l'albero, un tappeto pungente. Con le scarpe infangate e bagnati, siamo tornati a casa e subito all'opera per assaggiare le prime castagne della stagione. 



Per calmare gli animi i miei due piccoli hanno iniziato a tagliare una per una le castagne, per cuocerle poi in forno (magari avere un caminetto scoppiettante), per concludere e chiudere un cerchio, iniziato con la raccolta, con la preparazione e infine con l'assaggio. 



Tutti soddisfatti dopo la nostra cena a base di minestrone con couscous e fiocchi di avena, favola e di corsa a letto.

Per me il lunedì è oggi...
Un buon inizio di settimana quindi!

13 commenti:

  1. anch'io spero di riuscire presto a trovare il tempo per una bella raccolta di castagne in famiglia!

    Mi piace molto la tua riflessione sul tempo... anch'io sto cercando di "lavorare" in questo senso! buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Eh si, dipende tutto dal nostro stato vitale...il trucco sta nel ricordarselo di tanto in tanto. Che ghiottissima scorpacciata di castagne! Buona settimana a voi :-)

    RispondiElimina
  3. ti auguro proprio di riuscire a vivere la tua vita sul momento come vuoi tu, tu e la tua bella famiglia ve lo meritate proprio :o)

    per noi invece è un periodo di trascinamento, è la vita, anzi no, sono i nostri lavori che al momento ci trascinano e ci succhiano tutte le energie.........però ci stiamo lavorando su e speriamo prima o poi che qualche cosa cambi....

    un abbraccio
    Annalisa

    RispondiElimina
  4. sante parole!!! dovrei Cominiare pure io a vivere un po piu il presente senza pensare devo devo fare devo andare... magari inizio da ora :-))) ti seguo da un po mi piace il tuo blog e le tue foto una bella sensazione di famiglia! ciao a presto

    RispondiElimina
  5. A me hanno regalato delle castagne ieri...aspetto una serata tranquilla per farle...

    RispondiElimina
  6. Allora buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  7. belle giornate...è vero bisognerebbe soffermarsi sul breve periodo, su oggi o al massimo domani e invece i miei orizzonti sono sempre troppo lontani...

    RispondiElimina
  8. Un tappeto pungente... anche senza fotografia sie riuscita ad evocare un'immagine bellissima! Buona settimana anche a te

    RispondiElimina
  9. io adoro adoro adoro il tuo blog :D

    RispondiElimina
  10. Ciao ... che bello tornare a trovarvi ... E che aria serena si respira ... Dopo aver chiuso il blog ho preso una pausa dalla rete ma mi fa piacere venire a trovarvi ... Vi abbraccio tutti ... sarò a Bologna per almeno 20 giorni dal 17 di questo mese ... che dici hai voglia di passare un paio d'ore con una sconosciuta??? :-)) Quel caffè ( d'orzo...) magari???
    Un abbraccio ancora ..ciao Stefania ( albero arcobaleno ...in letargo)

    RispondiElimina
  11. Che fotografie bellissime... e quant'è dolce immergervicisi...
    Grazie.

    wenny

    RispondiElimina
  12. Anche noi domenica abbiamo raccolto le prime castagne della stagione e fatto le caldarroste! Per noi è in quel preciso momento che inizia l' autunno vero!

    RispondiElimina
  13. cara ester,
    leggere quello che scrivi scalda il cuore mi fa sperare che si può essere felici, in un periodo dove tutto va storto.

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.