13.7.09

Musica e famiglia.

Buon lunedì a tutti.
Sono stata un po' assente, da qui, ma molto presente nelle vicende della mia vita che pulsava forte sia a On the road festival a Pelago e sia a casa dei miei genitori che ospitano gioiosamente Daphne e Ethan per le prossime 3 settimane.
Siamo partiti per Pelago io e il mio compagno di vita, da soli, in coppia, da giovani fidanzatini, anche se con la fede al dito, per raggiungere il nostro baby-sitter e la sua band, i Genevieve Quartet, quest'anno selezionati per concorrere insieme ad altri artisti di strada, in un paesino alle porte di Firenze, tra le colline con vigne ed ulivi.

My creation

Un paesino piccolissimo e suggestivo con tanti angoli magici dove potersi esibire, un borgo medievale che ogni anno si popola di giovani di tutti i tipi e si colora di note e melodie, ritmi, parole recitate, musica e strumenti di tutti i tipi. Abbiamo dormito in tenda tra gli ulivi in un campeggio improvvisato, in mezzo a tanti giovani arrivati da tutte le parti d'Italia, pieni di energia e con poca voglia di dormire con la notte che non passa mai. Si, lo so, non era proprio il mio ambiente ideale, nel senso che al di fuori delle porte del paese, in questa zona franca, non gestita dal festival, dove si campeggiava selvaggiamente, si sono aggiunti anche molti che sono andati avanti a ballare per 3 giorni. Ma tutto il contorno, l'atmosfera colma di arte, di musica e gioia hanno fatto si che alcune scomodità passassero in secondo piano. Gli artisti sono seri, si divertono, ma sono seri, e questo mi fa riflettere sull'importanza di arricchire la propria vita di una passione vera, come il suonare uno strumento o coltivare la propria arte, ciò rende immune da certe deviazioni, cioè aiuta a trovare quel centro che a volte i ragazzi sembrano perdere. Lo sguardo serio, perso nel vuoto, concentrato sul talento che vien fuori dall'anima, l'impegno nelle loro performance li rendeno molto più che adulti, ce li fa riconoscere come artisti veri.


Image and video hosting by TinyPic

Terminata la gita in Toscana mi son trovata con i miei bambini a vivere la vita di campagna insieme ai miei genitori, in mezzo agli ulivi, nel silenzio interrotto solo dal cinguettio degli uccellini, seguendo ritmi giornalieri che non ricordavo neanche più esistessero.

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Dico solo una cosa, dedicavo un'ora al riposino pomeridiano. L'effetto immediato è stata una pelle del viso più distesa, visibilmente più distesa, le mie rughe erano sparite (o quasi). Non credo dipenda semplicemente dal sonno in sé, ma dalla mancanza di stress, e sicuramente dal contatto con la natura che alza gli animi e i cuori.

Vi auguro una settimana indimenticabile.

18 commenti:

  1. Dal tuo racconto deve essere stato davvero bellissimo! Gli artisti sono molto più del loro talento, sono l'occasione di gettare un ponte tra le differenze, musica, ritmi, spettacoli, vanno oltre qualsiasi differenza, etnica, religiosa e culturale. e inoltre portano gioia (cosa di cui c'è tanto bisogno!).
    A questo proposito mi viene in mente una frase di sensei " IL POTERE DELL' ARTE E' QUELLO DI RASSERENARE, NON QUELLO DI FARCI CHIUDERE IN NOI STESSI O SENTIRE A DISAGIO; L'ESPRESSIONE ARTISTICA DEVE INCORAGGIARE CHI E' STANCO, RIGENERARE E SOLLEVARE IL MORALE A CHI E' SOTTO TENSIONE.
    ESSERE ANCOR PRIMA DI UN ARTISTA, UN ESSERE UMANO."
    (D. Ikeda protagonisti del XXI secolo)

    Il contatto con la natura è davvero rigenerante, avrà fatto bene sia a te che ai tuoi iccoli.
    una radiosa giornata.

    RispondiElimina
  2. Che belle le ultime foto! E che fortunati i tuoi bimbi a potersi godere nella natura le ore spensierate dell'infanzia (e anche voi qualche ora spensierata da coppietta, tra arte e musica^^).

    RispondiElimina
  3. anche per noi sono stati giorni di campagna ... solo che io proprio non sono capace di scattare fotografie come le tue!!!
    beh, ci rimarrà nel cuore ...

    quanta serenità si legge nelle tue parole! sono felice per voi,
    ciao paola

    RispondiElimina
  4. ces photos sont magnifiques. L'italie, pour moi!

    RispondiElimina
  5. La penso come te... a proposito dell'arte e delle passioni...
    Devono essere stati giorni bellissimi... si vede dai tuoi occhi... dal tuo sguardo attraverso le tue fotografie... meravigliose!

    p.s. Ma come fai a pubblicarle così grandi?
    :-)

    RispondiElimina
  6. ciao bella, che soffio d'Italia che mi entra nel cuore, l'Italia che mi manca un pó se ci penso; ora vado a dormire, contenta e tranquilla, anzi, molto contenta e tranquilla !!! non ti preoccupare per la ultima mail che ti ho spedito, ho continuato a camminare e ho superato la palude, ora sono sui monti, aria piena di coraggio ed energia per guardare avanti

    RispondiElimina
  7. Sei andata al festival degli artisti di strada di Certaldo??!!!Invidia io sono stata l'anno scorso e mi era piaciuto un sacco e l'anno scorso c'era in apertura una frase del Presidente Ikeda e una mostra di sue foto!!!!
    Le tue fotografie sono eccezzionali!!!

    RispondiElimina
  8. sembrerebbe Pelago (ci sono stato un paio di volte. Bellissimo collage di foto !

    RispondiElimina
  9. Ciao!
    grazie per la visita e per gli auguri!
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Che spettacolo Ester, queste foto così grandi sono spettacolari...
    Verde, natura, famiglia, cinguettìo di ucellini e riposini: cosa desiderare di più?
    un abbraccio L.

    RispondiElimina
  11. Ester, che belle treccina ha la tua bimba... La mia non sta mai ferma quando la pettino e va in giro come una triestina con la bora. Povera me!
    Bellissimo il resoconto della vacanza. Quando ho letto del periodo in campagna quasi ne sentivo anche i profumi. Che nostalgia!

    RispondiElimina
  12. Buone vacanze di riposo allora!

    RispondiElimina
  13. Magico !!! Che bello... avrei voluto essre lì anche io ... l'arte alimenta le anime , meno male che di questi tempi c'è ancora a riaccendere la vita ...UN ABBRACCIO!!!!!
    Ps ... io il riposino lo avrei fatto sotto quegli alberi meravigliosi... Ciao e grazie per essere passata da me... Stefania

    RispondiElimina
  14. What amazing images. I love the last few, of the children running in the field.

    RispondiElimina
  15. Ciao Ester, eri tu da NaturaSi mezz'ora fa? Leggo il tuo blog da un po', le tue foto sono scattate nel mio stesso quartiere e mi sembravi tu ma non ne ero sicura....
    Mi piacciono le cose che scrivi e che senti, come ti rapporti con il mondo ma soprattutto con la tua famiglia.
    Brava, davvero Ciao Mimma

    RispondiElimina
  16. cara Mimma, si ero io al naturasi mezz'ora fa, mi fa piacere che tu condivida con me un certo modo di pensare e di vedere la vita, mi fa sperare sapere che siamo in tanti! se mi vedrai di nuovo fermami pure, sarebbe bello conoscere di persona chi passa di qua! un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. wonderful summer memories captured (came from SS today).
    mine is here: http://www.dianeschuller.com/blog/?p=904

    RispondiElimina
  18. cara mama, sempre poetici e puliti i tuoi momenti. ho foto splendide di genevieve alla musica nelle aie a castelraniero. spero di poterli ascoltare nuovamente e nuovamente riprendere. fai loro i miei complimenti e speriamo di incontrarci a maggio.

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.