9.6.09

Realizzare un sogno. Si può.

Buon martedì a tutti, colgo l'occasione della mattina libera per raccontare gli avvenimenti degli ultimi giorni. Sono stati inondati di sole e vento e questo è stato lo scenario favorevole dell'ambiente che ci aiutato a godere di momenti ricchi anche per il nostro cuore.
Sabato ho ospitato, nella mia umile dimora, delle donne meravigliose per un momento di condivisione e racconto, durante il quale abbiamo visto un collage di immagini dedicato proprio al mondo femminile, leggendo parole di incoraggiamento e lode. Noi donne siamo le madri del genere umano, anche quelle che non hanno figli, anche quelle che non hanno un compagno, siamo madri di pace e vittoria (D. Ikeda).

fran

donne

La domenica è stata dedicata interamente alla visita all'Antico Podere Bernardi, iniziativa curata e offerta da Ecor.


In questa occasione ho potuto incontrare Mammagiramondo, ideatrice e scrittrice del suo blog Viaggiare è il mio peccato. Una persona dolcissima che mi ha fatto un enorme piacere conoscere e ha dato un volto più vero e reale alle parole lette sul suo sito.

Ricevo con gioia da lei un premio che accetto con onore e che passo a tutto voi che state leggendo adesso.

loro

L'Antico podere Bernardi si trova in mezzo ad una vallata spettacolare, Pio e Nicoletta sono due giovani che 12 anni fa si sono spostati dal Veneto per trovare un posto adatto a loro, hanno iniziato con una sola mucca e il forte desiderio di creare qualcosa basandosi sul rispetto profondo per gli animali e per la terra.


pio e nicoletta
Pio e Nicoletta con il sindaco di Castel D'Aiano (Bo)


I loro terreno è interamente dedicato al pascolo delle loro mucche, che ora sono diventate 60, e alla coltivazione di fieno con strumenti di lavoro unicamente trainati da cavalli, che, con i loro zoccoli, massaggiano nel modo giusto il manto del suolo che ci dona con grande compassione, sempre, il sostentamento alla nostra vita.

traino

Loro 12 anni fa hanno scelto di produrre solo yogurt, ottimo yogurt biologico.

eth daph

Le loro mucche veramente corrono felici nei prati e pascolano quasi tutto l'hanno.

mucche

Le loro mucche si chiamano tutte per nome e si avvicinano quando le chiami. Le loro mucche quando invecchiano vengono mantenute e coccolate in quanto esseri viventi, che tanto hanno donato durante la loro vita. Le loro mucche hanno gli occhi dolci.

mucca

Le loro mucche vivono in stalle pulite. Le loro mucche hanno un sensore all'orecchio che a seconda di quando hanno partorito, fa in modo di erogare più o meno cereali alla mangiatoia. Le loro mucche regalano un latte che proviene da una mucca felice. Io non vedevo una mucca da vicino da quando era bambina.

I cavalli da traino sono trattati con lo stesso incondizionato amore.

daph

cavalli

Lo yogurt è delizioso, leggermente meno cremoso di quelli in commercio, ma poi, durante la conferenza pomeridiana, hanno spiegato il motivo. La legge italiana permette l'aggiunta di proteine nel latte, senza doverlo indicare negli ingredienti, proteine che rendono così lo yogurt più denso, ma a mio parere meno yogurt. La loro scelta è di non aggiungere le proteine, in questo modo risulta più leggero, ma meno denso. Questo mi ha spiegato chiaramente perchè lo yogurt che preparo io a casa non si addensa molto, ma è comunque buonissimo.

daph

daph

La giornata è stata ricca di eventi, di cantastorie di altri mondi e di clown sui pattini, che hanno incantato grandi e piccini.

musica

arte

cantastorie

clown

C'erano i laboratori della Scuola Steineriana che potevano intrattenere i più piccoli e dimostrazioni dal vivo di come si ara un campo o si fanno le balle di fieno trainati dai cavalli.


podere
Verso la fine della giornata tanti spazi ombrosi, sotto chiome d'alberi, accoglievano con pazienza ospiti che schiacciavano un pisolino bambini ma anche tanti adulti. Angoli di prato con gruppetti di persone sedute in cerchio a godere del panorama e della pace di quel posto. Eravamo veramente in tanti, circa 1500 persone, arrivate da vicino e lontano, ma non ho visto una carta per terra. Questo mi fa pensare e mi fa porre nuova fiducia nell'essere umano.
Sulla via del ritorno, tra le colline verdi e piene di ciliegi carichi di frutti abbiamo trovato un distributore di benzina a richiesta. Ho dovuto immortalarlo.

suonare

fuel
E una volta arrivati in città di corsa a esprimere il mio voto, fortunata di poterlo fare

voto
Buona settimana a tutti voi.

16 commenti:

  1. Ciao carissima ma lo sai che proprio in questo momento stavo scrivendo anche io il mio post (ieri non ce l'ho fatta) e come è strano ora vedere le foto fatte da te, Aj che gioca con Ethan e Dafne, il cantastorie!!
    bellissime foto e bellissimo racconto hai colto proprio quello che ha colpito anche me, che per realizzare un sogno si può, basta crederci.
    Ora vado a mangiare con l'ometto, lo sai ha sempre fame :)) ma spero di finire il post dopo pranzo mentre dorme!!
    Un bacione !

    RispondiElimina
  2. ciao! arrivo a te da mammagiramondo, piacere di conoscerti! sapevo di questa iniziativa ma purtroppo avevo un altro impegno proprio domenica! sarebbe piaciuto anche a me essere dei vostri, magari la prossima volta! verrò a trovarti d'ora in poi! questo blog infonde proprio tanta serenità! baci smile

    RispondiElimina
  3. E' stata una bellissima iniziativa...se i colli bolognesi fossero stati un pò più a portata di mano avrei avuto anche io il grande piacere di vedere questo bellissimo podere con le sue mucche felici...
    Mi è piaciuto molto il pensiero di vedere una donna come madre di pace e vittoria..
    Grazie per queste parole, per il racconto e per le bellissime foto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Quante belle cose... Gioisco anch'io delle vostre esperienze positive, posso?

    Un abbraccio. :)

    RispondiElimina
  5. Buona settimana anche a te, e grazie per il tuo racconto e le tue foto.
    Un abbraccio
    Nadia

    RispondiElimina
  6. Come vorrei abitare CON voi!

    RispondiElimina
  7. Carriiiiii,
    grazie per condividere con noi tutte le tue scoperte e le tue gioie quotidiane. Ho sempre trovato luce aprendo le tue pagine e oggi ci sento anche profumo di ..
    un abbraccio a te e alla tua allegra e dolcissima famiglia
    gio

    RispondiElimina
  8. mughetto e rosa

    ehmmm m'è sfuggito il profumo (che ogni volta è diverso)

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia sono senza parole!!!!

    RispondiElimina
  10. Ma che intensità! Chissà che gioia ha invaso i bambini!

    RispondiElimina
  11. bello, bello, bellissimo ... sei una madre meravigliosa ...
    paola

    RispondiElimina
  12. Ecco perche´ a me piace moltissimo lo yogurth del Podere Bernardi! Se riesco a trovarlo lo compero sempre, tante volte sono andata anche apposta nel negozio in cui lo tengono, non riuscendo sempre a trovarlo ...

    RispondiElimina
  13. Fantastico!
    Il distributore a chiamata che hai immortalato, la collina verde, i tuoi bimbi che danno da mangiare ai cavalli...
    inoltre grazie per quella bella frase iniziale di Ikeda. C'è una speranza in quella frase per me che mi fa molto piacere.
    un abbraccio L.

    RispondiElimina
  14. I didn't understand a thing. But your photos speak for themselves!

    RispondiElimina
  15. Ciao, arrivo qui da mammafelice e sono rimasta affascinata dal tuo blog. Sará che anche io vivo a Bologna, una cittá, sará che anche noi siamo una famiglia che prova a cambiare un po' il suo stile di vita verso uno piú vicino ai ritmi e alle esigenze di una vita piú naturale, ma ho trovato tante ispirazioni. ~e Importante per me leggere che questo si puó fare anche senza fare la scelta di andare a vivere in campagna. Perché io amo la cittá, le cittá. Grazie per il tuo blog, mi da speranza e ci torneró.

    RispondiElimina
  16. Dimenticavo. Anche noi facciamo lo yogurt in casa e da quando finalmente hanno messo un distributore di latte crudo vicino a casa e utilizzo quello previa bollitura, è una vera delizia. Peró questa delle proteine non la sapevo...

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.