20.3.09

Giocare a fare.

Oggi il mio giorno di riposo, eravamo tutti a casa, insieme. Anche il mio compagno di vita aveva un giorno di ferie e i piccoli sono rimasti con noi. In questi casi cerchiamo di organizzare qualcosa che possa essere diverso dalla routine di tutti i giorni e se il tempo lo permette usciamo. Oggi l'aria era fredda e ventosa, ma c'era il sole e le nuvole scappavano veloci, così siamo stati in centro e abbiamo mangiato per l'ultima volta al McDonalds. Si, veramente l'ultima volta, ce lo siamo solennemente promesso, direte voi, cosa c'è di strano, in realtà per molti non c'è niente di strano, è un luogo particolarmente frequentato, da persone di tutti i tipi e di tutte le età, singli, gruppi, giovani, anziani, donne, uomini insomma da una clientela variegata. Io da giovane non usavo andarci, crescendo mi capitava raramente di fermarmici per prendere quel gelato bianco che davano formando un ricciolo sopra, poi ho saputo che le buste che contenevano la polvere bianca che serviva per prepararlo non avevano neanche scritto sopra gli ingredienti, così ho smesso di comprare anche quello. In seguito, quando ho scoperto tutto l'approccio del sistema McDonalds riguardo allo sfruttamento dei loro dipendenti e riguardo al tipo di alimenti che usano per principio l'ho boicottato, per anni, non osavo neanche entrare per andare in bagno in caso di estrema necessità. Poi ho incontrato il mio compagno di vita, che a volte usava andarci, e per amore si fa questo ed altro, così siamo scesi al compromesso che raramente potevamo andare, ma molto raramente! I bimbi, crescendo, iniziano a imitare i loro amichetti, a chiedere le stesse cosè che vedono fare agli altri, così, anche se molto raramente, abbiamo concesso questa eccezione, mangiare al Mcdonalds, per passare una giornata diversa. Ma oggi è successo che, avendo detto che saremmo andati lì per pranzo, loro erano, come sempre, in grande attesa, poi quasi arrivati, hanno anche cantato una specie di inno al McDonalds che vedevano in lontananza, arrivati e seduti al tavolo hanno aspettato con ansia il menù per loro, che comprende sempre un regalo del cartone appena uscito di WaltDisney, appena visto il gioco-sorpresa i loro occhi erano ancora in cerca di qualcos'altro, con un boccone distratto di cheeseburger e una patatina fritta e rinsecchita in mano. E così io e il mio compagno di vita ci siamo guardati e abbiamo detto "E' l'ultima volta!" Abbiamo pensato che il cibo è pessimo, costoso, ma soprattutto abbiamo notato quegli occhi di bambini ancora in cerca di qualcosa, un vuoto da colmare in quegli occhi, un vuoto impossibile da riempire, almeno non in quel luogo, abbiamo chiaramente notato quanto amplifichi l'avidità nei nostri cuccioli, avidità nel senso più profondo, cioè hanno inizialmente un senso di grande attesa per qualcosa che avranno e non che vivranno, che quello che avranno sostanzialmente sarà un giocattolo fabbricato in Cina per 2 centesimi, utilizzato per pubblicizzare un film che creerà altre situazioni di infant-commercio, e che avranno occhi che cercano altro e che il loro senso di avidità non è stato saziato da tutto ciò, quindi abbiamo detto "E' l'ultima volta!" e lo sarà. Finalmente, dopo 7 anni che conosco il mio compagno di vita ritornerò a boicottare quel posto, emblema della nostra società! Così dopo aver preso questa grande decisione, siamo andati a colmare l'avidità con il fare, in vari splendidi modi, fare quello che riempie l'anima, sul serio e non con un giochino, di plastica.

In ordine:
§ Siamo stati agli ex Ambasciatori, e sia noi che loro ci siamo rilassati, abbiamo letto, sfogliato, ammirato.

daph

§ Abbiamo visitato La scienza in piazza provando esperimenti divertenti e facili da capire, osservano da vicino, al microscopio, un collage di materiali su un pezzettino di vetro.

scienza in piazza

§ Tornati a casa le loro manine tuttofare hanno impastato la pizza.

pizza

§ Mentre la pasta della pizza lievitava, al caldo, sempre quelle dolci manine hanno preparato dei biscottini deliziosi di zenzero e cannella.

biscotti

E poi, finalmente sazi, nel senso più vero del termine sono crollati, addormentati, Ethan con una fetta di pizza in mano...

Buon weekend, amici cari, di cuore e buon inizio di una vita di primavera.

14 commenti:

  1. lo so che per amore si fanno tante cose, io sono tornata a mangiar carne ogni tanto da vegetariana che ero, peró il MD é da adolescente che lo boicotto e sono d'accordo con voi. Noi qui andiamo spesso a mangiar fuori nel senso cebiche al volo, spiedini al mercato, insalata di frutta e yogurth al negozio naturista, qui c'é un'ampia scelta alternativa al fast food e il bello é che parli con chi cucina, ogni posto é diverso dall'altro e impari anche a star ben vicino alle altre persone condividendo tavoli e sedie. Vi ho invidiato in quella splendida libreria, mi sa che quando vengo in Italia porteró tutta la famiglia a Bologna per un giro in posti cosí e in campagna !! buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Cara Ester...
    Che meravigliosa giornata che avete trascorso insieme!!!
    Sono d'accordo con te... sul boicottare il MD...Oltre alla scelta consapevole di voler evitare di frequentare un luogo così consumista e superficiale.. avido di nuovi bisogni da soddisfare... a noi la sua cucina proprio non ci piace...L'ultima volta che ci siamo capitati.. per sbaglio.. siamo usciti con lo stomaco in subbuglio ed uno strano senso di nausea... Qui dentro non ci torniamo più..ce lo siamo ripromesso!
    Invidio Estrellazul.. per quei magnifici fast-food alternativi che qui in Italia sembrano un sogno utopistico...
    Ti auguro un meraviglioso inizio di Primavera...
    Che bello... finalmente è arrivata.. (anche se so che a te piace tantissimo l'inverno ed il freddo.. :-) )

    RispondiElimina
  3. Basta soltanto un pochino di voglia e si scoprono tantissime attività interessanti e carine da far con i bambini, sia nelle città che nei paesini.

    RispondiElimina
  4. Cara Ester,
    è un po' che ti leggo e mi sembra quasi di conoscerti...Mi sono sempre detta che finchè i miei figli fossero stati sotto il mio tetto al MD mai! Ma se anche una come te, qualche volta ha ceduto...mi sa che appena le mie due pesti di due anni arriveranno a capire mi toccherà cedere pure a me...tanto più che ciò il marito che rema contro...Insomma comunque spero che arriveremo tutti insieme, prima o poi, alla stessa conclusione cui siete giunti voi.
    Un abbraccio a una famiglia dolcissima...

    RispondiElimina
  5. Vedere quelle mani impastare e leggere tranquillamente è un paragone davvero ALATO rispetto al MD. Tanto meglio lasciarlo a chi non ha voglia di informarsi.

    (anche noi da poco abbiamo impastato biscotti di zenzero e cannella) :)

    Un abbraccio grande, e grazie di cuore.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Da MD i bambini non li ho mai portati, però mi accorgo che i gadgets che regalano e poi vedono in mano agli amichetti fanno loro gola, quello dei giocattolini è un vero cavallo di troia :-(
    Per vederli felici li porto spesso in libreria e/o in biblioteca, per loro è sempre un momento magico stare sepolti in mezzo ai libri, spero tanto che questa passione non venga meno quando cresceranno.
    A Bologna devono essereci librerie bellissime, mi piacerebbe far un giro un we :D

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Non ho ricordi di andare da MD, ci andavo da giovane quando avvertivo la famosa voglia di "schifezze"!
    Il triste è che è sempre pieno di gente, e mi domando come facciano...
    La vostra giornata sembra sia stata molto piacevole...
    buona primavera e buona settimana!

    RispondiElimina
  10. B E A U T I F U L ...and busy!

    RispondiElimina
  11. found you through Shutter Sisters---lovely photos! I can't get my little ones to help with the pizza--too sticky they say!

    RispondiElimina
  12. Contraccambio anch'io la visita!
    Molto interessante il tuo blog e belle le fotografie: sei bravissima. Credo che passarò da queste parti molto spesso, anche perchè mi sembra di aver capito che abbiamo diverse passioni in comune. Ciao! Giuly

    RispondiElimina
  13. brava, bravissima.
    prendi una decisione che ti pesa per l'amore dei tuoi figli. in effetti è uno strazio vedere i compagni fare cose che noi non facciamo, da piccoli (e anche da grandi) è fortissimo il desiderio di agreggarsi. e poi per amor loro decidi di metterci l'alt. siete una splendida copia e vostri figli sono fortunati.
    e chi ha bisogno del MC quando poi fai tutte quelle meravigliose attività con e per loro?

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.