19.2.14

Centrifugato di frutta e verdura

In casa nostra usiamo produrre i centrifugati, e con felicità piacciono anche se sono verdi, quindi ricchi di verdure
Un paio di anni fa avevo acquistato una centrifuga , con una bella offerta che l'ha resa ancora più appetibile, e ho iniziato questa abitudine, che ha subito varie pause stagionali, ma che negli ultimi tempi ha visto una gran avanzare di richieste. Se mi seguite anche su Instagram, sapete benissimo che adoro fotografare quello che scelgo, tra frutta e verdura, appena prima che finiscano in mezzo alle lame velocissime. 



In generale cerco sempre di abbinare verdura a foglia verde (e più è verde, meglio è), fonti di vitamina C e non troppa frutta
I succhi che preferisco sono quelli dove è presente il cavolo nero, che è una fonte inesauribile di benefici, come tutte i vegetali della famiglia delle crucifere: antinfiammatorio, ricco di calcio e ferro, antiossidante, rafforza il sistema immunitario, abbassa la pressione, antitumorale, disintossicante. Ci  piace tantissimo in cucina, sia nelle zuppe di fagioli, sia in versione chips croccanti, che fresco da bere, e ogni volta cerco di aggiungere sempre un vegetale di questa famiglia preziosa, cavolo cappuccio, broccolo, o similare.



La vitamina C arriva attraverso i limoni, ma anche le arance o i mandarini, qualche volta mi piace una bella manciata di prezzemolo anche lui ricchissimo di questa fonte preziosa antiossidante, che è essenziale in presenza di alimenti ricchi di ferro, come appunto molti ortaggi verdi, per poterlo assimilare il più possibile.

Per addolcire il tutto solitamente uso la mela, (se non è biologica la sbuccio, in quanto considerato il frutto primo in classifica per la presenza di pesticidi) ma se ci sono arance, mandarini, o anche la carota, già il gusto vira naturalmente al dolce. Preferisco i succhi verdi, quindi con presenza di ortaggi a foglia verde e poca frutta, perchè comunque i miei bambini mangiano con gran facilità e in quantità la frutta, mentre le verdure crude, in particolare in inverno, sono più difficili da mangiare.
Il tocco speciale è dato dalla presenza costante di un pezzettino di zenzero fresco, che regala un retrogusto piccante, ma che tutti i piccoli amano e richiedono a gran voce. 



Rimanendo sempre in argomento mi incuriosisce invece l'uso degli estrattori, come Hurom 700 che inizialmente credevo fossero simili alle centrifughe, ma che invece hanno una sostanziale differenza: la velocità, molto bassa, così da ottenere un risultato ottimo dal punto di vista nutrizionale e organolettico, in sostanza la frutta non viene maltrattata ad un'altissima velocità, ma lentamente schiacciata. L'esperienza di chi la usa quotidianamente mi conferma una maggiore praticità sia nell'uso che nella pulizia, la possibilità di lavorare alcune tipologie di frutta tipicamente sconsigliata nella centrifuga come per esempio la banana o il cachi, e anche una maggiore resistenza nell'uso prolungato. Tutto questo si concretizza anche in un costo decisamente elevato, ma riconosco che è sicuramente uno strumento assolutamente valido nel caso in cui gli estratti (o succhi) dovessero diventare un alimento più presente e consistente nel quotidiano della mia alimentazione



Vi interessa l'argomento? 
Siete già consumatori di succhi gustosi o siete ancora indecisi? 
Conto prossimamente di consigliare gli abbinamenti di frutta e verdura che ci accompagnano quasi tutti i giorni e spero che anche voi condividiate la vostra esperienza nei commenti.

Vi auguro una splendida giornata ricca di vitamine.

p.s. succhi centrifugati ma quando era caldo e abitudini di colazione ricca di frutta.



Seguimi anche su

7 commenti:

  1. Io uso i gambi dei cavoli che a volte scarto per cucinare, è un ottimo modo anche di riciclare tutte le parti di questi vegetali estremamente benefici. Non voglio fare spam, ma per non riscrivere tutto metto il link al post: http://lostrettoindispensabile.wordpress.com/2013/10/17/pozioni-magiche-il-succo-verde/ Spero di non essere inopportuna. :-)

    RispondiElimina
  2. Cara, fai benissimo a condividere, nessun spam :) grazie, non avevo pensato a usare gli scarti delle verdure ;)

    RispondiElimina
  3. Buongiorno Ester!
    Che bellissimo {e utile} post. Noi comprammo la centrifuga qualche anno fa, dopo lunga ricerca su marche e modelli: e sì, prendemmo atto della qualità superiore degli estrattori. Ahimè, come tu sai i metri quadri a disposizione sono pochissimi, con un'incastro studiatissimo :D quindi abbandonammo l'idea perchè troppo ingombranti. La centrifuga per ora ci va proprio bene. Sul blog ci sono un paio di idee, ma come te vado un po' a sentimento e riesce sempre! Sono curiosa di provare il cavolo nero: a proposito, sono riuscita a postare la ricetta dello strudel!
    Baci,

    wenny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wenny, grazie del tuo commento, capisco quando parli di poco spazio perchè anche noi lo abbiamo ridottissimo e spesso le scelte vengono condizionate da questo fatto oggettivo ;) ora vado subito a controllare lo strudel ;)

      Elimina
  4. Ciao Ester, bell'articolo, io ho avuto due centrifughe e ora ho un estrattore verticale e in termini di spazio è ridotto rispetto alle centrifughe. Io utilizzo molto le patate ricchissime di potassio, le carote, la barbabietola, il sedano, il cetriolo, gli spinaci, la cipolla, il finocchio, il porro ,la lattuga,i peperone verde ricco di silicio ottimo per unghie e capelli,logicamente solo verdura di stagione, poi aggiungo o frutta dolce o frutta acida, per rendere più gradevole il tutto, ne bevo dai 2/3 litri al giorno. P.S. non c'è bisogno di succiare la mela perché i pesticidi restano nella fibra. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peter, le tue informazioni mi sono state utilissime e soprattutto prima o poi so che passerò all'estrattore... ♥

      Elimina
  5. We are providing detailed information of digital marketing and all covering areas of digital marketing, it includes SEO, SEM, SMO, SMM etc.
    https://www.wayanadempire.com/

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.