27.1.14

Ripartiamo dalla coppia: serata al cinema


Inizio oggi una serie di post in cui parlo principalmente della coppia che, soprattutto in presenza di figli, può passare in secondo piano o addirittura ultima nella lista delle priorità. Per evitare che dopo qualche tempo ci si guardi negli occhi quasi senza riconoscerci, sappiamo tutti quanto sia importante coltivare piccoli accorgimenti che aiutino a mantenere alto l'interesse, forse come i primi tempi, ricordate? 

Non esistevano difetti, l'uno si perdeva nell'altro, si dormiva abbracciati tutta la notte e batteva forte il cuore. Va bene, non si può vevere perennemente in un film romantico, lo sappiamo benissimo che poi l'amore cambia, evolve, cresce, diventa più saldo con radici profonde e forti, ma dobbiamo stare attenti. Soprattutto alla routine, al menage familiare che, diventando una perfetta macchina oleata, rischia di farci camminare su due binari che potrebbero portare in direzioni opposte se ogni tanto non ci si ferma, voltandosi l'uno verso l'altro.

Ecco allora da dove partire, la soluzione più semplice, comoda e alla portata di tutti: il cinema

Quando nascono i figli non si va più al cinema, se non attivando una babysitter serale o altre risorse simili. Noi abbiamo passato anni senza andare al cinema, perchè ce ne siamo dimenticati, non tanto per scelta, semplicemente abbiamo perso l'abitudine. Poi ci siamo ricordati: il buio della sala, la mano nella mano, i popcorn, immergersi totalmente nella storia, senza parlare di bambini, di riunioni scolastiche o corsi di nuoto dove accompagnarli, non si parla di niente, si ride di niente, si pensa solo a noi, ci si relazione direttamente e senza intermediari forzati. 


E anche così si mantiene viva la coppia, alimentando quella piccola fiammella che ci ricorda il perchè ci siamo scelti.

Voi avete smesso di andare al cinema dopo la nascita dei vostri figli? Oppure siete stati bravissimi e non avete rinunciato a questo momento di svago? 

Seguimi anche su

 


14 commenti:

  1. Noi abbiamo smesso di fare qualsiasi cosa. Lo dico con un grande dolore nel cuore. Abbiamo cominciato con il non anader più in vacanza in montagna perchè pensavamo che fare rifugio a rifugio con i bambini fosse faticoso per loro e anche per noi... poi abbiamo smesso di andare fuori a cena... poi abbiamo smesso di fare tutto quello che facevamo insieme... Poi è arrivata la malattia e questo ha spezzato le gambe al poco che restava!!! Cerco di coinvolgere mio marito in qualcosa che sia solo nostro, ma a volte non ha nemmeno la forza di ascoltarmi. Penso in certi giorni che ormai vivo come una vedova, ma cerco comunque di tirare avanti! La vita di coppia è inesistente ma l'Amore comunque mi aiuta ad aiutarlo! Ci vuole tanto Amore, tanto!!!
    Ti abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  2. Ciao, la mia bambina più grande ha 5 anni e 1/2 diciamo che più o meno 1 o 2 volta all'anno siamo riusciti a dedicarci una serata lasciandola a dormire dai nonni senza troppi problemi, con l'arrivo del piccolo che ora ha 17 mesi, la cosa è più difficile perchè lui ciuccia ancora il latte e non ce la siamo ancora rischiati a farlo dormire dai nonni e i nonni non se la sentono di tenerlo per paura che nella notte cerchi la mamma. Siamo riuscita ad andare a cena fuori una sera :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si, allattando risulta molto difficile ;)

      Elimina
  3. Anche noi con la nascita dei nostri figli pian piano avevamo abbandonato tutte le nostre uscite a due.
    Ora che i figli sono grandi e preferiscono la fidanzata o gli amici alle uscite con noi qualche volta ci concediamo il lusso
    di un cinema o una pizza a due. Comunque devo dire che quando succede i nostri figli ci mancano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, mancano un pò anche a me, ma poi mi godo anche la serata con il maritino :)

      Elimina
  4. Porto l'esempio di una mia cugina, che ora ha 53 anni, è una splendida 53enne, devo dire. Sta insieme a suo marito da quando ne aveva nemmeno 20, e rimase incinta dopo poco che lo conosceva. Si sposarono e nacque il primo figlio, e poi il secondo. Li hanno cresciuti dedicandosi a loro.... poi si sono ritrovati come coppia, da "adulti" genitori non più costretti a badare a figli piccoli, malattie, festine in giro, amichetti etc. Si sono iscritti a un corso di ballo, trovando così amici nuovi e stimoli per uscire la sera. Viaggiano come non hanno mai fatto e lei dice sempre che ha di nuovo "un fidanzato". Mi piacciono moltissimo, per il loro spirito e la gioia che sprizzano, nonostante le avversità della vita che hanno passato.
    Parlando sul personale, mamma mia, mi ricordo com'era all'inizio e rispetto a com'è ora... che tristezza! Ma chiedere babysitteraggio ai miei genitori anche di sera, mi pare brutto. Quelle poche volte che è capitato, me l'hanno fatto pesare come una frivolezza che ci potevamo tranquillamente risparmiare... Però, effettivamente, sento di aver bisogno di riappropiarmi di una vita di coppia più vissuta e non solo scivolata via...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'importante è ritrovarsi come coppia, ma credo che questo avvenga in particolare se lungo il percorso si è rimasti uniti, magari guardandosi l'un l'altro invece che guardare solo lontano, seppur vicini :)

      Elimina
  5. anche secondo me è un momento perfetto per ricontattarsi...detende subito condividere un film scelto insieme...
    é come se tutto si riallineasse!
    grazie Ester!

    RispondiElimina
  6. Con la nascita dei bimbi tutto azzerato: teatro, cinema (perchè "Frozen" della Disney con bimbo a seguito non vale, vero?) fino a questo pomeriggio (telepatia?) in cui con la mia dolce metà e con l'aiuto dei nonni ci siamo concessi due ore solo per noi: "Hannah Arendt"... un film non leggero, ma bellissimo. A casa brusco ritorno alla realtà: quattrenne con febbre a 39! :-(

    RispondiElimina
  7. i figli ti assorbono e ti risucchiano il tempo ...ma ogni tanto o la cinema o a passeggiare o a scegliere un dvd adoro stare con mio marito ...em lo richiede la testa il cuore il cortpo.....anche sul divano dopo aver messo a letto le pesti...dvd camino e solo noi magari mano nella mano conuna tisana o con i pop corn....è uguale
    abbiamo bisognodi ritrovarci anche come coppiaper rinnovare quel si detto tanto tempo facheha dato frutti meravigliosi ma che no va accantonato..
    NOI ,questo noi hauin valore del quale no sapei fare a meno ..... grazie ester perchè no solo come madre ma come compagna fai capire che si puòse si vuole .....
    la coppia è all'inizio di tutto .....coltiviampla e saremo anceh dei migliori genitori
    veronica

    RispondiElimina
  8. Proprio ieri la prima uscita di coppia da quando è nata Angelica (2 anni). Niente cinema, ma terme, nel pomeriggio! Beh, non ce le siamo neanche godute, ci siamo disabituati ad apprezzare i momenti di relax. Il programma era di starci fino alle 21, ma alle 19 eravamo già dalla nostra bimba. Che dire? Bisogna impegnarsi di più, cercare più occasioni. L'unica cosa che mi pesa è impegnare mia suocera per tenere la piccola...

    RispondiElimina
  9. Ciao! Questo post mi piace e lo quoto in pieno. Domani nei miei the best.
    Piacere di averti letta,
    Adriana

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.