20.9.13

Polpette di cous cous con farina di ceci

Leggendo il sito AAA accademia affamati affannati ho trovato una ricetta che proponeva come ingrediente principale il freekeh, in caso di mancanza di questo ingrediente per me sconosciuto suggeriva di usare il bulgur, peraltro comunque sprovvista, quindi mi sono detta che avrei potuto provare con il cous cous, in questo caso integrale, perchè è l'unico che compro. 


Immagino che la consistenza più granulosa del bulgur sia più adatta, ma vi assicuro che anche così sono ben riuscite tanto che poi alla fine ho dovuto apporre una variazione dato che il piccolino, ormai affamato, seppur ancora presto per il pranzo, me le ha spazzolate tutte e non ho avuto il tempo di finire di cuocere le altre. 


Insomma, se volete la ricetta originale vi rimando a questo link, e sono certa che saranno buonissime, ma io qui vi propongo la mia versione con qualche variazione, la più importante è l'inesistenza della frittura che come saprete già, in casa mia, è bandita per mancanza di porte, ma se voi ne avete da chiudere, ve la consiglio, perchè immagino siano molto più gustose.


Ingredienti
2 tazze circa di cous cous integrale già cotto
1/2 tazza di farina di ceci
1 uovo
una zucchina piccola a julienne
una cipolla piccola triturata 
2 spicchi di aglio sminuzzati
2 cucchiai di olio evo
una manciata abbondante di sesamo
sale e pepe q.b.
poco olio per ungere la pentola di cottura


Mescolare tutti gli ingredienti facendo attenzione a non far formare grumi alla farina di ceci, formare delle palline con il palmo delle mani, schiacciarle leggermente e cuocerle in una padella antiaderente con un filo di olio da entrambe i lati fino a raggiungere un colore bello dorato. 
Ho suddiviso l'impasto in due parti e ho iniziato con le prime polpette.


Come potete vedere le manine di Edoardo sono arrivate immediatamente a destinazione e vorrei che ve lo immaginaste serio e concentrato, con la bocca piena e le guance tonde, intento a mangiare, assaporare e gustare queste polpettine, attentissimo che nessuno (c'ero solo io, quindi io!) le prendesse dal suo piatto. Secondo me sono ottime intinte in un pò di ketchup, perchè il sapore delle polpette si accosta perfettamente con quello leggermente acidulo della famosa salsa rossa. Ma come vedete abbiamo provato anche la maionese e ci sono piaciute molto. 


A questo punto lui avrebbe dovuto mangiare anche qualcos'altro per pranzo quindi ho dovuto interrompere la cottura e ho lasciato l'impasto in attesa sapendo che però non avrei avuto tempo dopo per cuocerle. Quindi ho deciso che le avrei trasformate in una bella polpetta gigante, schiacciata e larga, una sorta di frittata, così è stata la cena per tutti noi insieme, intorno al tavolo. 


Ha funzionato benissimo anche in questa versione con accanto una insalatina di cetrioli freschi conditi con sale, olio, pepe e una goccia di aceto.


Vi auguro un weekend ancora un pò vacanziero e tanta tanta gioia di vivere.




12 commenti:

  1. Gli ingredienti li ho tutti e sembrano davvero gustose... ho come la sensazione che le proverò nel fine settimana! Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. edoardo sembrava non mangiasse da anni con quella bocca piena di polpette :)

      Elimina
  2. Grande post, devo provare!
    La cucina è anche la mia passione nei tuoi articoli si può anche vedere! Saluti

    RispondiElimina
  3. Ora mi stampo la ricetta e poi in settimana la provo.

    RispondiElimina
  4. Wow... queste polpettine hanno un aspetto de-li-zio-so!!!
    Al momento non ho cous cous in casa, ma mi riprometto di provarci.
    Immaginare Edoardo con le guanciotte gonfie dipolpette non mi è per nulla difficile!!!
    Un abbraccio
    Francesca
    P.S. Come sarebbe che in casa tua non ci sono porte!!!???

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.