19.2.11

Porridge



Buongiorno, 
allora, non è che qui voglio fare la casalinga perfetta, quella che sta attenta a tutto, alle proporzioni dei valori nutrizionale, alle colazioni sane, agli ingredienti biologici. Qui voglio solo parlare di una ricetta di fretta, preparata la sera, in 5 minuti, prima di andare a letto e lasciata riposare tutta la notte per essere pronta la mattina alle 6.00, quando la nostra casa riprende vita e io sono troppo, e già, stanca per preparare qualcosa oltre ad una tazza nel microonde. Quindi evviva il porridge. E poi evviva anche l'avena.
Si ne ho già parlato altre volte, ma eccovi la prova della sua bontà.


Allora, 
circa mezza tazza di latte a testa (o di più a seconda del vostro gusto-esigenza), 
a scaldare in un pentolino, con dentro 1 cucchiaino a persona di zucchero, meglio se grezzo, 
una manciata di uvetta e di nocciole tagliate con un coltello sul tagliere, quindi poco perfette mi raccomando, qualcuna piccola e qualcuna grande.

Una volta raggiunto il bollore una manciata di fiocchi di avena a persona per qualche minuto mescolando, fino a che vediamo che tende ad addensare un pò. Poi dividiamo nelle ciotoline e lasciamo lì fino al mattino successivo, quando avrà la consistenza di un budino.

Poca fatica e tanta resa. A quel punto basta mangiarlo. E' buono, è sano e dà energia.
Potete cambiare gli ingredienti a piacere, mele a pezzetti, mandorle, noci, c'è chi lo accompagna con un cucchiaino di marmellata.
Basta poco.

Buon sabato assolato!!

p.s.oggi mi trovate anche su 53settimane, con Cris.

13 commenti:

  1. Non esiste la casalinga perfetta! ;-))
    sai che noia?
    anch'io faccio così. l'unica differenza è che lascio in ammollo nel latte freddo la sera (con le sole uvette) e la mattina aggiungo le noccioline e cuocio.

    RispondiElimina
  2. In Brasile si chiama "Mingau di aveia"...

    RispondiElimina
  3. Lo sai che non ci avevo mai pensato a fare il porridge è una buona alternativa allo yogurt anche perchè mia figlia non beve il latte, vuole qualcosa di consistente e questo mi sembra perfetto!

    RispondiElimina
  4. Sembra buono, semplice e nutriente. Insomma da provare subito domattina per colazione, anche per non mangiare sempre le stesse cose. Grazie

    RispondiElimina
  5. svegliarsi e mangiare qquesta delizia...mmmhhh come iniziare bene la settimana

    RispondiElimina
  6. eri tu che in un post avevi parlato della minestra con l'avena?

    RispondiElimina
  7. ciao cioccomamma:
    si nel brodo spesso aggiungo oltre alla pastina, qualche manciata di avena ;)

    RispondiElimina
  8. mmmhmmm ricettina da provare!!

    RispondiElimina
  9. Nella dieta che ho appena cominciato, per tutta la prima settimana c'era la colazione con una crema che si chiama crema budwig.
    E più ricca del porridge, ma ci somiglia molto. Non mi sono ancora decisa a provarla...
    Viene indicata così:
    "La Crema Budwig costituisce una colazione completa, ricca di vitamine F (acidi grassi insaturi serie omega-3), vitamine, minerali, carboidrati a bassa densità glucidica della frutta e dei cereali integrali crudi. Non richiede cottura ed è ben tollerata da tutti. La crema Budwig la si può prendere abbinata a tè leggero o caffè d'orzo. La si può preparare per consumare nel pasto di mezzogiorno, è facile da portare nel luogo di lavoro."

    RispondiElimina
  10. Assomiglia molto al nostro "bircher",che invece mangiamo a cena,e che contiene anche iogurt e tanta frutta fresca-ottimo in estate!
    :o)

    Lutin des bois

    RispondiElimina
  11. ah ecco domani sera brodo pastina e fiocchi d'avena mi serve da ricostituente dopo influenza per i cioccopupetti grazie

    RispondiElimina
  12. fa terribilmente Jane Eyre, adoro il porridge almeno da un paio di vite :)

    RispondiElimina
  13. Ciao ester,

    una domanda lo lasci fuori dal frigo tutta la notte? grazie blog fantastico ... ti sto prendendo tutte le ricette ;0)

    RispondiElimina

Benvenuto e grazie per esserti fermato e commentare!
Solo parole educate e civili...si, parlo proprio con te che vuoi disturbare e di solito non ti firmi.